Francia: dinamiche demografiche e disuguaglianze socio-economiche

Francia: dinamiche demografiche e disuguaglianze socio-economiche
Contenuti
  1. Le dinamiche demografiche dei territori in Francia
  2. La Francia, un paese ricco segnato da disuguaglianze
  3. Attori su tutte le scale per ridurre le disuguaglianze.

Esistono notevoli differenze a livello nazionale, regionale e locale. Esistono diverse soluzioni per cercare di risolvere queste disuguaglianze.

Quali sono le disparità territoriali legate alle evoluzioni demografiche ed economiche in Francia e come affrontarle?

Le dinamiche demografiche dei territori in Francia

La Francia ha una demografia dinamica. Il suo aumento naturale (numero di nascite numero di decessi) è positivo, si dice che il suo saldo naturale è positivo. L'incremento naturale è tuttavia rallentato negli ultimi quattro anni. Anche il saldo migratorio (numero di arrivi numero di partenze) della Francia è positivo. Come altri paesi industriali, la Francia registra un invecchiamento demografico. Sul territorio, le dinamiche demografiche non sono ovunque le stesse.

La Francia, un paese ricco segnato da disuguaglianze

In funzione del loro dinamismo economico, i territori francesi hanno un percorso demografico diverso. Anche se la Francia è uno dei paesi più egualitari in Europa, le disuguaglianze socioeconomiche si sono accentuate negli ultimi anni, alimentando la contestazione sociale. Le disuguaglianze sono percepibili a tutte le scale, tra le regioni, tra le zone urbane e le zone rurali e all'interno delle metropoli tra i quartieri.

Attori su tutte le scale per ridurre le disuguaglianze.

L'Unione europea cerca di rafforzare la coesione dei suoi territori e si è prefissata tre obiettivi: ripristinare la competitività dell'economia e dell'occupazione, proseguire la transizione energetica ed ecologica, promuovere l'uguaglianza dei territori. A tal fine, essa concede aiuti finanziari agli Stati membri per aiutare i territori e le popolazioni in difficoltà, nel quadro di progetti. Per limitare gli effetti delle disuguaglianze socioeconomiche, lo Stato conduce una politica di ridistribuzione. Di fronte all'invecchiamento della popolazione, lo Stato dovrà rispondere alla sfida del finanziamento delle pensioni, sapendo che il rapporto tra lavoratori contribuenti e pensionati diminuisce. Infine, lo Stato cerca di correggere le disparità territoriali con progetti di pianificazione. Gli enti territoriali (dipartimenti, regioni, comuni) e gli attori locali, come le associazioni, moltiplicano le iniziative per ridurre le disuguaglianze.

Articoli simili

L'importanza di una Valutazione Immobiliare Professionale Prima della Vendita
L'importanza di una Valutazione Immobiliare Professionale Prima della Vendita

L'importanza di una Valutazione Immobiliare Professionale Prima della Vendita

Nel dinamico mercato immobiliare di oggi, la vendita di un immobile rappresenta un'operazione significativa...
La Francia: mobilità, trasporti e problemi di pianificazione
La Francia: mobilità, trasporti e problemi di pianificazione

La Francia: mobilità, trasporti e problemi di pianificazione

In Francia, le mobilità sono complesse. Sono polarizzate dalle metropoli, che rimangono gli spazi più...
Traiettorie demografiche differenziate
Traiettorie demografiche differenziate

Traiettorie demografiche differenziate

La popolazione è distribuita in modo diseguale sulla Terra. Si situa in alcune case di popolamento. La...
L'arte del tatuaggio: diverse tecniche nel mondo
L'arte del tatuaggio: diverse tecniche nel mondo

L'arte del tatuaggio: diverse tecniche nel mondo

L'arte del tatuaggio è una forma di espressione personale e culturale che risale a migliaia di anni fa....
Cosa c'è da sapere sui peluche reversibili
Cosa c'è da sapere sui peluche reversibili

Cosa c'è da sapere sui peluche reversibili

I peluche sono giocattoli che rappresentano un animale domestico. Vi fanno compagnia quando vi sentite soli....