Lip Service: la mia opinione

lipservice

Lip Service è una serie TV a tema lesbico ambientata a Glasgow.
È andata in onda sulla BBC tra ottobre e novembre e si trova con facilità anche con sottotitoli in italiano.

Ho gradito molto il limitato numero di personaggi principali. Sono fondamentalmente tre donne: Frankie è quella dalla quale partono i fili dell’intreccio e per tutta la serie porta avanti un mistero da risolvere; Cat e Tess hanno dei ruoli leggermente secondari, ma ognuna ha le sue sottotrame; due personaggi maschili ruotano intorno alle tre donne ma hanno una propria identità specifica.

Paradossalmente Frankie è anche il personaggio meno interessante: atteggiamento incazzato, perennemente incasinata, portatrice di guai, bella & dannata, pioggia di donne disponibili. Non ci libereremo mai di Shane.

Cat si presenta subito per quella che è: nel suo esordio in scena si possono notare i suoi vestiti perfettamente allineati sul letto. È quella più razionale, che fa la cosa giusta, pacata, riflessiva. Il suo punto di irrazionalità è Frankie.

Tess è una romantica sognatrice pasticciona. Si sente insoddisfatta a causa della sua carriera non proprio sicura e della mancanza di una persona accanto. Forse è quella che mostra lati più umani.

Sarà la Scozia, saranno i personaggi e le loro storie, sarà la costruzione stessa della serie, ma ho trovato Lip Service più affascinante di L Word.

Non che L Word non abbia meriti: a mio avviso è stata una serie che ha portato al grande pubblico un tema non trattato e ha provato anche a fare delle sperimentazioni interessanti nel testo. Probabilmente collezionare così tante stagioni ha sortito l’effetto soap, e di base era un po’ troppo Hollywood.

Mentre LS ha delle storie forse “più normali”, LW estremizzava, e al tempo stesso “spiegava” il mondo delle lesbiche.

Ho la sensazione che LS parli più alle lesbiche di quanto non abbia fatto L Word.

Sintetizzando, LW era una serie sulle lesbiche che (tra le altre cose) spiegava il mondo delle lesbiche, LS è una serie su alcune lesbiche e non si pone come rivelatrice di una categoria.


Data: lunedì 22 novembre 2010 alle 16:19
Tag: , , ,
Categorie: Blog
Segui la discussione di questo post via RSS.
Puoi lasciare un commento | trackback


Send to Kindle

3 commenti to “Lip Service: la mia opinione”

  1. Ely scrive:

    Lip Service è molto meglio di L Word , è più realistico
    Mi auguro che ci sia una seconda stagione , e che anche in Italia si decidano a fare un telefilm del genere , servirebbe ad essere più aperti mentalmente .

  2. luna scrive:

    Ely,concordo pienamente in tutto ciò che dici. l.s. molto più realistico e vicino a “noi europei”, io aggiungerei. mi chiedo se una seconda serie sarà possibile?

Lascia un commento